Radio dal 1976

RDM Story…

Data di Nascita:  28 febbraio 1976

I primi 20 anni….
Chissà se è vero che il rischio più grosso nella vita, sia quello di non rischiare mai..? Certo che per fare cose nuove, belle ma non facili, ci vuole perlomeno coraggio ed iniziativa! Qualità che non mancarono ad Adriano Fornaciari (fu Cortese) che con altri tre soci, sostenuti da tutti i paesani di Monteacuto delle Alpi, (residenti e non), oltre 40 anni fa e senza temere di dimostrare la propria intelligenza, creò una Radio privata in FM, al paese natio che ne trasse lustro.
Eravamo a fine ‘75 e già nel 1976 di Febbraio, RDM “Radio Diffusione Monteacuto”, iniziò le trasmissioni in una baracca “al gelo”, senza servizi e telefono..! Cosicché il nostro Adriano, aiutato dalle sue appassionate sorelle Laurizia e Serenella (che mai l’hanno abbandonato) e numerosi volenterosi, che si divisero le mansioni, iniziarono l’avventura! Il telefono pubblico più vicino era nel “Ristorante Brunetti” a 15 – 20 minuti di distanza…
Si trasferirono poi in una casa in costruzione di Brunetti Graziano, “più comoda” ma addirittura ancora priva d’infissi e riscaldamento! Da lassù, diffondevano con entusiasmo musica allegra e canzonette, liscio a volontà, notizie locali con poca pubblicità, saluti e dediche ricambiate, Auguri di Buon Compleanno ed Anniversari… Il tutto: leggendo “in diretta” innumerevoli foglietti e mazzetti di bigliettini con messaggi trascritti a mano, come omologazione di tante amicizie e simpatie rese pubbliche con somma gioia, nel sentire il proprio nome nelle case di tutte le valli intorno, con finestre aperte… Un grandioso successo! Forse per gli indigeni montanari d’allora, doveva essere davvero un’attraente “prova inconscia, della propria esistenza..!”
Successivamente, dopo un’audace gavetta, “l’Aradio” ormai affermata, s’installò finalmente e per lungo tempo in una sede adeguata, presso “La Casa del Turista”, dove c’era la Pro Loco ed anche l’Ambulatorio del Dottore. Già nel primo periodo dalla fondazione, si susseguirono vari cambiamenti e delle criticità… Soci diversi e collaboratori nuovi, anche anziani con energia da spendere, fintanto che via-via, rimasero “al timone” soltanto Adriano con Brunetti Alfredo, ed infine nell’ultima società di Monteacuto, sempre “Capitan Adriano” in compagnia dell’attivo Moreno Guccini….

Dall’inizio e per vent’anni sino al ‘95, molte persone anche giovani, si sono avvicendate. Qualche dipendente Radio ed a vario titolo, come a scopo di piacevole volontariato. A m’arcord: tradizionali feste da Ballo Liscio organizzate “Sozia – Baleda”, novità introdotta dai lungimiranti conduttori. Si svolgevano in locali adeguati della zona, ad esempio: a Castel di Casio, “Il Falco” di Rocca Pitigliana, e viandare… Si generavano momenti d’elevato divertimento, occasione d’incontro ove socializzavano in concreto, amici “clienti ascoltatori…”.

Come non rammentare gli orari di servizio Radio continuato 8 – 23, impegnativo per tutti i giorni..! Poi arrivò il cosiddetto progresso tecnologico e con l’apporto di un bravo tecnico “radioamatore” , furono installate le prime attrezzature elettroniche programmabili, come il soprannominato “bobinone” che andava caricato, con bobine già registrate. Sebbene fosse iniziata “una sana concorrenza”, RDM restava pur sempre la prima! Tutto sembrava andare per il meglio, quando “un fulmine a ciel sereno” colpì al cuore la nostra amata Radio. Infatti, il 6 febbraio 1995, moriva improvvisamente Adriano..!
Con dolore e comprensibili difficoltà si va avanti, resta come “socio” solo l’ardimentoso Moreno, l’aiuto determinante di Laurizia e Serenella che in memoria del compianto fratello di cui sono eredi, si prodigano in tutto, almeno finché la radio resterà a Monteacuto. Infatti, protetti “dal cielo”, si proseguirà sin quando “un vento nuovo”, accarezzerà quel progetto divenuto così convincente. Realtà che in quel fatidico anno 1995 d’Agosto, si sposterà a Silla di Gaggio Montano ma col patto della stessa sigla RDM voluta da Adriano, pur modificandone necessariamente il significativo contenuto, in “Radio Dimensione Musica”.
 L’obiettivo idealmente condiviso: continuare nel miglior modo possibile a diffondere liberamente nell’etere, in FM (88.5 – 100.1 – 103.10), riconoscenti anche al vero inventore della Radio, lo scienziato Guglielmo Marconi! Anch’egli “nostrano” che nel mondo ci onora.
Stefano Bernardini

Dal 1996 ad oggi….
Dopo il cambio di gestione la storia di radio RDM continua da settembre 1995.
Dalla nuova sede di Silla (in via Giovanni XXIII), si alternano ai microfoni un nuovo gruppo di soci provenienti da altre esperienze radiofoniche fermamente intenzionati a portare avanti questa realtà nella montagna Bolognese. La presidenza della nuova società viene affidata a Giorgio Mattarozzi.
Gli anni successivi saranno caratterizzati da grandi cambiamenti dovuti soprattutto alle nuove richieste del mercato. Viene progressivamente abbandonato il genere Folk per dedicarsi a programmi di musica Italiana con grandi Hit Internazionali.
Nasce la testata Giornalistica “la Voce delle tre Valli” con l’intenzione di dare un’informazione locale sempre attenta e puntuale. La Direzione viene affidata a Emanuele Barbieri.
Anche il supporto tecnico si evolve passando dai vecchi apparati di trasmissione analogici ai più moderni sistemi digitali, che garantiscono 24 ore su 24 la presenza di un ottimo segnale FM nelle province di Bologna, Modena e Pistoia.
Nel 2013 un grave lutto colpisce la storia della radio, scompare prematuramente Dario Gironi una delle voci più amate grazie al suo programma della domenica mattina. Un collega , un amico che resterà per sempre nei nostri cuori e nella nostra storia.
L’idea di portare avanti il progetto rimane sempre più forte e giorno dopo giorno le voci di Danilo, Patrizia, Alessandro, Gianni,  Giampiero, Emanuele, Chiara,  Karen  diventano voci amiche e un riferimento quotidiano per chi sceglie di seguire la nostra radio con un segnale che si fa sempre più presente.
Alle storiche frequenze 100.8 e 103.1 si associa per l’Alto Reno la nuova frequenza degli 88.5. e infine lo streaming audio dal sito WWW. Radiordm.it.
Nel 2016  abbiamo festeggiato i primi 40 anni  di attività con una  festa, che ha trasformato Silla di Gaggio Montano  in un grande contenitore di eventi sportivi, musicali e di spettacolo.
E’  stato bello ritrovare vecchi DJ e collaboratori  che hanno potuto incontrare le nuove leve, in una sorta di staffetta generazionale sancita anche da una bella foto di gruppo, che riportiamo qua sotto.
Ciliegina sulla torta il convegno dedicato alla Radiofonia, e alla Pubblicità radiofonica   svolto nella splendida cornice della Rocchetta Mattei a Riola di Vergato, evento al quale hanno partecipato oltre ai Sindaci della zona  anche  esponenti del mondo imprenditoriale e delle istituzioni.
Il progressivo svilupparsi delle attività rende ben presto obsoleta la sistemazione di via Giovanni XXIII,  e così nel marzo 2018 nasce l’idea di intraprendere una nuova sfida: quella di costruire nuovi studi di trasmissione più grandi e funzionali. Dopo varie ricerche in zona la scelta cade su uno stabile  ex sede di un’importante Lanificio locale.  
I lavori sono lunghi e impegnativi non solo per le opere di restauro ed adattamento della nuova sede ma anche per tutto il lavoro  di impiantistica e rinnovamento tecnologico.
Per settimane i nostri collaboratori hanno tralasciato cuffie e microfoni per dedicarsi al trasloco degli arredi e delle apparecchiature…. Disco dopo disco, mixer dopo mixer, armadio dopo armadio,  tutto è stato passato nella nuova sede di via Kennedy 73.
Sono state settimane dove il sudore  e la fatica si mescolava con quell’aria di frizzante euforia, che da sempre, caratterizza chi “fa la radio”…. oggi come 40 anni fa….
Giovani e meno giovani, in ogni ritaglio di tempo, hanno portato  avanti questo lavoro di rinnovamento che si è compiuto pienamente il 14 ottobre 2018  con l’inaugurazione della nuova sede alla presenza di un folto pubblico che, ancora una volta, ha dimostrato come radio RDM era,  e continua ad essere la voce libera della montagna.
Danilo Gaggioli